Botta: “La forza del nostro gruppo ci ha permesso di salvarci”

Botta conduce alla salvezza il Bettole
Botta conduce alla salvezza il Bettole

Il Bettole con la vittoria nello spareggio contro il Pollone di domenica scorsa è rimasto in seconda categoria, una salvezza ottenuta come si dice in questi casi con sangue, sudore e lacrime come ci racconta l’allenatore dei vercellesi Sandro Botta.

Raccontaci com’è andato lo spareggio di domenica

“Benissimo, abbiamo meritato la vittoria con un primo tempo importante dove raramente i nostri avversari ci hanno impensierito, nella ripresa siamo andati sotto per un nostro errore ma stavamo meglio rispetto al Pollone e siamo riusciti a rimontare e a portare a casa questa meritata salvezza”

Qual è stato il momento durante la stagione in cui hai pensato proprio di non farcela a raggiungere la salvezza

“Ho preso in mano la squadra prima del match contro la Quaronese che abbiamo perso 3 a 1 ma disputando un ottima prova, poi siamo stati sconfitti di misura e per episodi contro Dilettantistica Biella e Torri Biellesi, abbiamo perso punti importanti nel girone d’andata e anche nel ritorno meritavamo di più, almeno 5-6 punti, per questo motivo ho sempre pensato di farcela e che prima o poi sarebbe girata la sorte anche dalla nostra parte”

Perché il Bettole si è salvato? Qual è stata la vostra arma in più?

“La forza del gruppo sicuramente, tutti credevamo nella salvezza e tutti abbiamo remato dalla stessa parte anche nei momenti difficili”

Un giocatore simbolo di questa salvezza?

“Il nostro capitano Sangalli Federico che ha sempre incitato e spronato i propri compagni, la domenica prima dei match in particolar modo. Vorrei citare anche i ragazzi più giovani che hanno fatto parte di questo gruppo, il loro contributo è stato decisivo”

Parlando del campionato di Seconda C la Pro Roasio era effettivamente la formazione più forte?

“Contro di loro abbiamo perso sia all’andata che al ritorno 2 a 1 al termine di match equilibrati, soprattutto l’ultima partita non meritavamo di perderla e mister Ferri mi ha fatto i complimenti dicendo che c’erano squadre peggiori di noi e che meritavamo la permanenza in seconda. Hanno 3-4 elementi che fanno la differenza in questa categoria e grazie a loro hanno vinto con merito il campionato”

Finiti i festeggiamenti è già tempo di pensare al futuro….

“Ci troveremo il 9 giugno per la cena di fine anno, ci sono tutti i presupposti per continuare con il Bettole e poter iniziare dalla preparazione la nuova stagione. Al 99% sarò ancora l’allenatore di questa squadra”

Marco Dho