Parte con un pareggio la stagione del Borgosesia

Una fase del match
Una fase del match

Nella prima amichevole stagionale disputata a Chatillon il Borgosesia pareggia 2 a 2 contro la primavera del Milan al termine di una partita interessante giocata su ritmi discreti, i granata hanno dimostrato di essere già sul pezzo con Rudi e Conti già padroni dei rispettivi reparti, da rivedere l’attacco dove non sembra esserci un attaccante da 13-14 gol ma è ancora presto per dare un giudizio importante.

Assenti Silvestri, Castelletto e Clausi è Pagliaro a mettere la firma sulla prima rete del 2018-2019, nella ripresa con le due squadre rivoluzionate dopo il raddoppio di Lizzola la reazione del Milan frutta il pareggio con Finessi e Maldini e solo la sfortuna ha impedito ai giovani rossoneri di tornare a casa con la vittoria (ben 3 i legni colpiti).

Metà tempo a testa ma vantaggio granata Parte male il Borgosesia che nelle prime battute è impreciso e soffre la posizione tra le linee di Olzer, al 3’ Tonin dopo un’azione personale colpisce il palo, al 9’ un destro a giro di Colombo termina appena alto; il 4-3-3 dei granata è più simile a un 4-5-1 con Pagliaro e Pedrabissi che si abbassano troppo lasciando solo Mitta, dopo un sinistro di Tonin che non inquadra la porta al 21’ la partita cambia con i ragazzi di Didu che avanzano il baricentro e iniziano a farsi vedere dalle parti di Soncin, il finale di tempo vede calare il Milan che commette parecchi errori in fase di impostazione, al 38’ Saltarelli si libera di un difensore ma trova sulla sua strada un attento Soncin, sul prosieguo dell’azione Mitta a gira a lato, lo stesso Mitta ci prova al 41’ ma il suo tiro violento termina alto sulla traversa, due minuti più tardi il vantaggio del Borgosesia con Pagliaro che approfitta di un errore della difesa rossonera per battere senza problemi l’estremo di Lupi, un gol che permette ai granata di terminare la prima frazione in vantaggio.

Rimonta Milan, i legni salvano il Borgo Il Milan cambia completamente gli undici che sono partiti titolari, il Borgosesia fa restare in campo solo 3 giocatori del primo tempo, i cambi avvantaggiano i rossoneri che però faticano ad ingranare e subiscono il raddoppio all’8’ quando la difesa rossonera lascia indisturbato Lizzola che non ha problemi a battere Soncin in uscita. Dopo un tentativo per parte di Finessi e Colombo il Milan prende in mano la partita e mette alle corde il Borgosesia, al 16’ un diagonale di Finessi accorcia le distanze, al 20’ eurogol di Maldini (buon sangue non mente) che impatta un cross di Barazzetta di prima intenzione e mette la palla sotto l’incrocio non lasciando scampo all’incolpevole Intorre, un minuto più tardi potrebbe addirittura arrivare il tris ma la traversa ferma Capone.

Finale tutto di marca Milan, Intorre si oppone con bravura a Finessi e Basani ma non può nulla su Stojkovic e Maldini ma in entrambe le circostanze il palo di no al 3 a 2 rossonero.

MILAN PRIMAVERA-BORGOSESIA 2-2

Reti: 43’ Pagliaro(B), 8’st Lizzola (B), 16’st Finessi (M), 20’st Maldini (M).

Milan Primavera (4-3-1-2): Soncin; Negri, Martimbianco, Sportelli, Ruggeri; Frigerio, Brambilla, Sala; Olzer; Colombo, Tonin. Subentrati: Zanellato, Basani, Botond, Torchio, Mionic, Stojkovic, Bargiel, Maldini, Barazzetta, Haidara, Finessi, Capone. All. Lupi

Borgosesia (4-3-3): Sangalli (1’st Intorre); Lopergolo, Picone Chiodo (18’st Panariello), Rudi (1’st Staccotto), Iannacone (18’st Dappiano); Panatti (1’st Beretta), Conti (1’st Colombo), Saltarelli (1’st De Santis); Pagliaro (1’st Ollio), Mitta (1’st Lizzola), Pedrabissi (1’st Sekka). All.Didu

Arbitro: Sovilla.

Note: Corner 5-3. Nessun ammonito, cielo coperto, terreno in buone condizioni. Spettatori 50ca.

Marco Dho

Leggi altre notizie:BORGOSESIA