Paladin: "Domo e Bulè scalpi importanti ma guardiamo al Vogogna" - I AM CALCIO VERCELLI

Paladin: "Domo e Bulè scalpi importanti ma guardiamo al Vogogna"

Matteo Paladin, Sizzano
Matteo Paladin, Sizzano
NovaraPromozione Girone A

La classifica dopo tre giornate dice che il Sizzano è meritatamente al secondo posto del girone A di Promozione, una posizione che non era nei pronostici della società novarese all'esordio assoluto in categoria. Una posizione che la squadra di Matteo Paladin ha guadagnato facendo punti pesanti contro squadre sicuramente meglio attrezzate a livello di organico ma che non per questo fa cambiare i programmi del tecnico: "La classifica è bella, non siamo messi male, ma io continuo a guardare il quintultimo posto, quello a cui dobbiamo puntare noi. In questo momento siamo a +4 quindi abbiamo fatto bene in queste prime giornate ma domenica avremo lo scontro forse più difficile di tutti, quello con il Vogogna sul loro campo. Se torniamo a casa con un punticino da questa trasferta complicata possiamo sicuramente essere soddisfatti".

L'orizzonte non cambia anche perché la società ha sempre professato di non voler fare il passo più lungo della gamba e per molti già quest'avventura in Promozione per i novaresi avrebbe potuto essere allo stesso tempo bella da vivere ma difficile da interpretare: "Dobbiamo conquistare la salvezza il prima possibile - ammette Paladin guardando al futuro - dopo di che i ragazzi, che già si stanno divertendo, saranno lasciati liberi di continuare a farlo senza ulteriori pressioni. Non facciamo voli pindarici, contro Juventus Domo e Bulé Bellinzago è successo che Davide ha battuto per due volte Golia ma questa non può essere la normalità; società come queste hanno un'organizzazione che non sono alla nostra portata anche se sul campo i ragazzi hanno ottenuto due vittorie di prestigio che deve far crescere la consapevolezza nei loro mezzi, senza mai sforare nella presunzione".

L'avvio positivo del Sizzano prende ancor più valore guardando il calendario, che nelle prime giornate proponeva gare che sembravano sulla carta proibitive per una matricola neopromossa senza tante ambizioni. Come spesso succede il campo ha ribaltato i valori ed ora il Sizzano viene considerato una realtà del campionato, anzi la possibile sorpresa stagionale: "Abbiamo preso due scalpi importanti che ci danno soddisfazione e che premiano il lavoro intrapreso da tutti ma tutto questo non varrà niente se poi nelle partite alla nostra portata, quelle contro le avversarie dirette per la salvezza, non entriamo in campo con il giusto atteggiamento e la giusta attenzione. Dobbiamo fare la corsa su queste squadre, in Promozione sono difficili tutte le partite ma io ho una squadra di ragazzi intelligenti che sanno che ogni gara va affrontata con la giusta concentrazione. Ovviamente scendere in campo contro squadre considerate più forti come Juventus Domo e Bulé Bellinzago ti dà delle motivazioni in più però il nostro obiettivo non cambia e rimane quello della salvezza".

Carmine Calabrese

Leggi altre notizie:SIZZANO Promozione Girone A