Marea Valduggia, Arona annichilito in Valsesia - I AM CALCIO VERCELLI

Marea Valduggia, Arona annichilito in Valsesia

Il Valduggia festeggia la terza rete
Il Valduggia festeggia la terza rete
VercelliPromozione Girone A

Un Valduggia deciso e convincente si sbarazza senza troppi patemi dell’Arona con un netto 4 a 0 maturato per la maggior parte nella prima fase di partita, una vittoria che conferma il buon momento della formazione di Arbellia che con sette punti nelle ultime tre partite torna nella zona centrale della gradutatoria; male l’Arona, le tante assenze spiegano solo in parte una prestazione rinunciataria e un trend che deve essere invertito al più presto, dopo cinque giornate nessuna vittoria e due soli punti non sono certo quello che si aspettavano in riva al lago.

Undici minuti da incubo Arbellia sceglie Caviglia in avanti con il “centenario” Vezzani che parte dalla panchina, in mezzo alla difesa Francioli fa coppia con Mancin, dall’altra parte problemi in attacco per Fanelli con Vergadoro ancora out e Di Mario disponibile solo per la panchina.

L’inizio del Valduggia è devastante complice un’Arona dall’atteggiamento revedibile, dopo sessanta secondi punizione di Urban e deviazione vincente di Antonioli annullata per fuorigioco, l’uno a zero si materializza al 4’ quando Gningue colpisce il palo con un diagonale, sulla ribattuta la difesa ospite è ferma ed è proprio l’ex a ribadire in gol. Dopo un sinistro appena fuori di Urban al 7’ diagonale-gol di Gningue, due a zero per il Valduggia che potrebbe triplicare all’11’ quando ad Urban viene annullata la seconda rete ai valsesiani. L’Arona non si scuote, al 22’ Gningue si traveste da uomo assist per Urban, il capitano con un preciso sinistro mette il suo timbro sul match e di fatto lo chiude, al 24’ e al 26’ Urban e Caviglia vanno vicino al poker, finalmente al 33’ si vede la formazione di Fanelli con Ferrari che si libera bene al tiro ma davanti a Beltrami gli calcia addosso, prima della pausa ancora Urban pericoloso, il suo diagonale fa la barba al palo.

Poco più di un allenamento Dopo la pausa si ha l’impressione di assistere a poco più di un allenamento soprattutto dopo il 4 a 0 di Gningue che con una ripartenza mette per l’ennesima volta a fuoco e fiamme la difesa dell’Arona e non lascia scampo a Cavadini. L’estremo novarese si guadagna la palma di migliore dei suoi per il duello contro il neo entrato Vezzani, l’attaccante si vede negare la gioia del gol al 15’ e al 16’ quando due colpi di testa che sembravano vincenti vengono salvati da Cavadini, al 29’ ci prova con il colpo dello scorpione ma i riflessi del numero uno aronese sono da applausi. C’è ancora tempo per il gol della bandiera per l’Arona ma Di Maio davanti a Beltrami calcia incredibilmente a lato.

VALDUGGIA-ARONA 4-0             

Reti: 4’e 7’ e 11’st Gningue, 22’Urban.

Valduggia (4-3-1-2): Beltrami; Cerutti (19’st Anderson), Francioli, Mancin, Bertona; Platini (21’st Viganotti), Parachini, Antonioli A.; Urban (26’st Gaspari); Caviglia (1’st Vezzani), Gningue. A disposizione: Arbellia, Antonioli R., Giovagnoli, Girardi. All. Arbellia

Arona (4-2-3-1): Cavadini; Omarini, Archita, Gir Atak, Notte; Coscia, Motta (7’st Macchione); Cima (28’st Di Mario), Greco (19’st Adeyan, 47’st Catalfano), Gessa (17’st Bighinzoli); Ferrari. A disposizione: Borriello, Giani, Ghiotti. All. Fanelli

Arbitro: Buggio di Collegno.

Note: Corner 4-5. Ammoniti Gningue e Francioli per il Valduggia, Motta, Coscia, Omarini e Di Mario per l’Arona. Spettatori 100ca.

Marco Dho

Leggi altre notizie:VALDUGGIA ARONA Promozione Girone A