Vezzani la fa grossa, Valduggia scalata playoff - I AM CALCIO VERCELLI

Vezzani la fa grossa, Valduggia scalata playoff

Federico Vezzani ha deciso la partita
Federico Vezzani ha deciso la partita
VercelliPromozione Girone A

Contava tanto in chiave playoff la sfida di Borgosesia tra Valduggia e Città di Cossato, perché le formazioni di Arbellia e Forzatti erano tra le più plausibili candidate a ricoprire un posto nella "top five" del campionato, quella che permetterà di competere per le posizioni di vertice del girone A di Promozione. Si sono imposti i padroni di casa grazie al magic moment che sta vivendo Federico Vezzani, autore in questo avvio di stagione di quattro reti tutte a loro modo pesanti: per i sesiani, terza vittoria consecutive e una serie aperta di cinque risultati positivi, una scalata vertiginosa che ha condotto Urban e compagni non solo in piena zona playoff ma addirittura a mettere nel mirino un primo posto mai così vicino.

Pioggia scrosciante Con l'intera Valsesia calcistica bloccata dal maltempo, si gioca solamente a Borgosesia dove il sintetico consente alle due squadre di scendere in campo nonostante la pioggia torrenziale che a tratti funesta la gara. Nonostante il campo regga tuttavia non è semplice per i ventidue in campo interpretare un terreno di gioco che non permette certo manovre fluide e lineari tanto che il gioco ne risente fortemente, soprattutto nell'approccio alla partita. Sono scaramucce quelle che si vivono fino alla mezz'ora, tanto che le conclusioni di Abbruzzo da fuori area per i biellesi (26') e la risposta dal limite di Urban che crea pochi grattacapi a Loggia (28') sono gli unici veri tentativi di una gara che si ravviva solo dopo il 30'. Il cronometro segna minuto 32 quando Romussi, intervenendo in spaccata sul cross al bacio di Marra, obbliga Beltrami alla parata superlativa: la punta biellese viene pescata in fuorigioco ma l'intervento fuori dal comune dell'ex Arona resta negli occhi. Al 34' Abbruzzo fa la sponda per Marra che conclude senza convinzione, sparando oltre la traversa. Il Valduggia è bravo ad attutire i tentativi del Cossato per poi ripartire in contropiede e al 40', utilizzando proprio l'arma a sé più congeniale, i padroni di casa colpiscono: vertiginoso il contropiede partito dall'area valsesiana sfruttando un calcio d'angolo mal battuto dagli ospiti, Urban apre tutto a destra per Caviglia che, giunto ai sedici metri, centra un pallone che taglia tutta l'area e raggiunge sul secondo palo Vezzani che di prima mette sotto la traversa il vantaggio valduggino.

Attacco inconsistente Colpito a freddo il Città di Cossato nella ripresa attacca a testa bassa, offrendo però agli avversari spazi ancora più ampi per ripartire in campo aperto. Al 5' l'azione insistita dei biellesi non trova varchi e Rocco cerca una conclusione affrettata dalla distanza che si perde alle stelle, un minuto dopo il traversone di Adamo è teso per Curatolo che all'altezza del palo lungo non riesce ad intervenire anche per la buona guardia di Cerutti. Il Cossato staziona nella trequarti avversaria ma una palla persa in fase di costruzione lancia la controffensiva del Valduggia, Vezzani viene messo nuovamente a tu per tu con Loggia che nulla può sul tocco ben indirizzato dell'attaccante avversario: 2-0 (7'). Curatolo potrebbe riaprirla al 15' trovando il tempo di girarsi e di addomesticare il tocco intelligente di Romussi ma la conclusione è sballata e si perde oltre la traversa di Beltrami. Le azioni offensive dei biellesi non trovano terminale offensivo, Romussi rimane invischiata nella tela ordita da Gaiga e Mancin che senza fronzoli non concedono palle giocabili al temibile attaccante avversario e la manovra ospite si infrange al momento di entrare in area senza trovare soluzioni per rendersi pericolosi. Anzi, è il Valduggia a fare qualcosa di più e Parachini al 20', direttamente su punizione, chiama Loggia alla non semplice deviazione in angolo. Inutili le mosse di Forzatti che getta nella mischia prima Marteddu e poi Castaldelli, il Cossato non va oltre un diagonale tutt'altro che temibile di Rocco che si perde sul fondo (27'). Anche il Valduggia rallenta ulteriormente le operazioni, perde Urban per un sospetto stiramento e tira in remi in barca lasciando l'onere della costruzione agli avversari per pungere a sorpresa come fa Gaspari al 35', con Loggia a chiudere la porta sul primo palo. Ci prova anche con i difensori il Cossato, Scarlata al 40' va a saltare in area su calcio d'angolo ma la sua girata non trova la porta; ma è ancora il Valduggia nel finale a sfiorare la terza rete ancora in contropiede, Parachini lancia con precisione Vezzani su cui l'uscita precipitosa di Loggia è salvifica, la palla viene rinviata sui piedi di Gaspari che di prima intenzione cerca da distanza siderale la porta libera mancandola per una questione di centimetri. Si chiude qui una gara che getta una nuova luce, sicuramente diversa, sulla stagione del Valduggia che ora dovrà essere tenuto sotto osservazione da chiunque.

VALDUGGIA-CITTA' DI COSSATO 2-0

Reti: 40' Vezzani; 7'st Vezzani.

Valduggia (4-3-3): Beltrami; Cerutti, Gaiga, Mancin, R. Antonioli; Caldi (26'st Platini), Parachini, A. Antonioli (38'st Girardi); Caviglia (13'st Giovagnoli), Urban (20'st Gaspari), Vezzani. A disposizione: Arbellia Jr., Bertona, Francioli, Anderson, Viganotti. All. Arbellia.

Città di Cossato (4-2-3-1): Loggia; Adamo, Ndiaye, Scarlata, Fasson (6'st Marteddu); Rizzato, Rocco; Abbruzzo (25'st Castaldelli), Marra, Curatolo; Romussi. A disposizione: Bruscagin, Ramella Pollone, Salgarella, Calvo, Cavalli, Nocella, Ferron. All. Forzatti.

Arbitro: El Amil di Nichelino.

Note: Espulso al 36'st l'allenatore del Valduggia Arbellia per proteste. Ammoniti Beltrami e Cerutti per il Valduggia, Scarlata e Marra per il Città di Cossato.

Carmine Calabrese