Cossato, Forzatti non è soddisfatto: "Restiamo concentrati per 90' " - I AM CALCIO VERCELLI

Cossato, Forzatti non è soddisfatto: "Restiamo concentrati per 90' "

Thomas Forzatti, tecnico cossatese
Thomas Forzatti, tecnico cossatese
NovaraPromozione Girone A

Una sconfitta che pesa a livello di classifica, quella patita dal Città di Cossato a Borgosesia al cospetto del Valduggia. I biellesi hanno tenuto spesso in mano il pallino del gioco anche se quasi mai sono riusciti a rendersi pericolosi dalle parti di Beltrami. C'è qualcosa da registrare e ne è consapevole anche mister Thomas Forzatti"Entrambe le squadre hanno giocato secondo le proprie caratteristiche e il Valduggia è stato bravo a sfruttare il gioco di rimessa, avendo i giocatori predisposti per farlo. Noi abbiamo tenuto per lunghi tratti la palla, se andassimo a conteggiare il possesso palla avremmo una grossa percentuale ma purtroppo le partite non si vincono grazie al possesso palla: abbiamo subiti due tiri in porta su due ripartenze che avremmo potuto evitare e abbiamo perso la partita".

Se c'è un punto su cui il Cossato è mancato in maniera evidente a Borgosesia, è stato proprio in fase realizzativa: al momento di concretizzare la grande mole di gioco prodotta la squadra si è sciolta, andando ad infrangersi contro l'attenta difesa dei sesiani che ha avuto gioco facile nel controllare le sortite avversarie. "In effetti è stato proprio così ma bisogna dare i meriti al Valduggia, che è stato molto bravo nel difendere il risultato acquisito compattandosi nel reparto arretrato. Noi abbiamo fatto il loro gioco buttando troppi palloni alti in area che erano facile preda dei difensori mentre ogniqualvolta abbiamo provato a giocare palla a terra o a crossare dal fondo gli abbiamo creato difficoltà. Dispiace perché per quello che si è visto in campo il risultato credo che sia un po' bugiardo, non era certo una partita che dovessero finire 2-0 anche se il Valduggia non ha certo rubato nulla".

I risultati settimanali che rendono molto equilibrato il campionato consentono anche a chi subisce un passaggio a vuoto il tempo di recuperare: "La sconfitta di fatto non cambia nulla in ottica classifica, dobbiamo solo acquisire la consapevolezza che se giochiamo per tutti i novanta minuti possiamo fare un buon campionato, se invece ci spegniamo troppo presto anche solo per cinque minuti per tempo come successo contro il Valduggia rischi di perdere tanti punti per strada. Abbiamo fatto un solo punto nelle ultime tre partite, questo è un dato di fatto, per cui c'è qualcosa da rivedere. Abbiamo sia qualità che limiti ma era prevedibile perché questa squadra in estate è cambiata molto: dobbiamo restare sereni perché nelle ultime gare abbiamo raccolto meno di quello che abbiamo seminato".

L'impressione è che a Cossato ci sia un problema-gol, ed è quasi un "non senso" viste che la squadra di Forzatti può disporre di Romussi, autore fin qui di otto reti. Tuttavia quando l'attaccante è ben controllato dalla difesa avversaria e non riesce a sfondare, ai biellesi manca uno stoccatore che ne possa surrogare l'apporto con il risultato che il gol latita: "Al di là dei gol di Romussi - ammette Forzatti - abbiam segnato in pochi e questo è sicuramente una pecca. Dobbiamo essere bravi con altri giocatori, come Mattioni, Curatolo e Abbruzzo che finora non hanno ancora segnato, a trovare ugualmente la via della rete: l'ideale sarebbe che questi giocatori arrivassero a mettere insieme sei o sette gol in campionato per non far pesare tutto il peso dell'attacco su Romussi. I dati in questo momento non ci stanno dando ragione, non credo sia un problema ma sicuramente qualcosa su cui lavorare".

Carmine Calabrese