Arbellia ha per le mani un Valduggia da primi posti: "Ho 20 titolari" - I AM CALCIO VERCELLI

Arbellia ha per le mani un Valduggia da primi posti: "Ho 20 titolari"

Filippo Arbellia, tecnico del Valduggia
Filippo Arbellia, tecnico del Valduggia
VercelliPromozione Girone A

Ha di che essere soddisfatto mister Filippo Arbellia, tecnico di un Valduggia che con la vittoria sul Città di Cossato si è insidiato a ben diritto nel pieno della zona playoff con vista neanche, poi così lontana, sulle posizioni di vertice della classifica. Un salto in avanti importante compiuto sfruttando le proprie armi, quelle di una squadra brava a stanare l'avversario per poi colpire con vertiginosi contropiedi. "Per noi quello con il Cossato era un po' un test per capire realmente dove possiamo arrivare. Stiamo lavorando tantissimo sulla fase difensiva per offrire meno spazi possibili ai nostri avversari e nelle ultime domeniche è stato così, anche perché poi siamo bravi a ripartire con giocatori di qualità e velocità nel reparto avanzato. Abbiamo fuori tanti giocatori importanti ma non voglio attaccarmi a queste cose perché chi sta giocando lo sta facendo benissimo, certo che giocatori come Gningue e Poletti sono difficili da concedere agli avversari: Caviglia e Vezzani li stanno sostituendo nella maniera ideale e questo mi porta a pensare che la qualità di questa squadra stia nei venti giocatori di cui è composta e non solo in quelli che vanno in campo".

Il Valduggia sta cominciando giustamente a coltivare qualche ambizione importante in ottica di classifica, ambizioni che un avvio contraddittorio di campionato parevano aver messo in dubbio: "Questa squadra è stata costruita per fare meglio dell'anno scorso - ricorda Arbellia - ma dopo sette giornate è veramente troppo presto per capire davvero quale sarà la classifica finale del Valduggia. Noi ci godiamo questo momento positivo cercando di portarlo più in là possibile. Il campionato? E' stranissimo, in questo momento ci sono davanti diverse outisder e chi doveva partire per fare bene in questo momento è un po' in ritardo; alla lunga penso che i valori verranno fuori perché sarebbe impossibile pensare il contrario, mi aspetto che per la fine dell'andata la classifica sia un po' più delineate. Però ad oggi nessuno ha avuto quella continuità che ci vuole per restare fino alla fine là davanti e una classifica così corta dà ancora più spinta e voglia per migliorarsi. Quanto questo Valduggia possa fare bene ancora non lo sappiamo, ma i ragazzi sono in una condizione sia mentale che fisica molto buona per dare il massimo".

Carmine Calabrese

Leggi altre notizie:VALDUGGIA Promozione Girone A