Coronavirus Italia, 28 marzo: 92.472 casi e 10.023 morti - I AM CALCIO VERCELLI

Coronavirus Italia, 28 marzo: 92.472 casi e 10.023 morti

Coronavirus 28 marzo 2020
Coronavirus 28 marzo 2020
LecceRubriche

Il nuovo aggiornamento sui numeri della pandemia di Coronavirus in Italia. I dati sono aggiornati alle ore 18.00 del 28 marzo 2020 e forniti dalla Protezione Civile. Vediamo quindi qual è la situazione nel nostro paese.

I DATI IN ITALIA - In Italia da quando è iniziata l'epidemia di Coronavirus, sono 92.472 le persone che hanno contratto il Virus, 3.651 nuovi infetti in più rispetto al dato di ieri. Di queste 10.023 sono decedute con un incremento di 889 rispetto a 24 ore fa e 12.384 sono guarite(+1.434 rispetto a ieri). Attualmente i soggetti positivi, quindi esclusi decessi e guarigioni, sono 70.065.

I DATI NEL MONDO - Gli Stati Uniti sono il Paese più colpito dal Coronavirus: attualmente ci sono 105.778 casi con 1.731 morti, la diffusione del contagio è velocissima, basti pensare che i casi sono raddoppiati in soli 3 giorni. L'area più colpita resta quella di New York con oltre 26.600 casi, come segnala il New York Post nella Grande Mela muore una persona ogni 17 minuti a causa del virus. Intanto Trump ha firmato il piano da 2 mila miliardi per il sostegno all'economia americana e ha ordinato alla General Motors, attraverso il Defense Production Act(legge del 1950 che consente di riorientare la produzione di alcune industrie), di iniziare a produrre respiratori. In Spagna tocca il suo triste record di morti nelle 24 ore: 832 con il totale salito a 5.690. I casi totali dall'inizio della pandemia, in terra iberica, sono 72.248 dei quali oltre 12 mila sono guariti. Nel Regno Unito i contagi sono 17.089, mentre i morti sono arrivati a quota 1.019 con un incremento di 260 nell'ultimo giorno. In Belgio nell'ultimo aggiornamento fornito conta 1.850 nuovi casi e 64 nuovi decessi. Fino ad oggi ci sono 9.134 casi confermati(3.717 di queste sono ricoverate) con 353 morti. Contagi ancora in crescita in Iran, 3.076 nuovi casi nelle ultime 24 ore(totale: 35.408) e 139 nuovi decessi(totale: 2.517). In Corea del Sud continua l'altalena di numeri degli ultimi giorni, oggi i nuovi casi volano a quota 146 dopo che ieri erano scesi sotto i 100. Il totale attualmente è di 9.478 con 144 morti totali. La notizia positiva è però che il numero dei guariti ha superato quello degli attualmente malati. In Russia 228 nuovi casi segnalati nell'ultimo aggiornamento con il totale che ha superato quota 1.200, da lunedì, come annunciato dalle autorità di Mosca, saranno chiuse tutte le frontiere(stradali, ferroviarie, marittime) per arginare la diffusione del contagio. Sempre nel Paese guidato da Putin è stato messo a punto un test di diagnosi per il virus che fornisce una risposta in 90 minuti, la produzione partirà dalla prossima settimana.

RIAPERTURA 3 APRILE? TROPPO PRESTO - Dopo le varie voci che si sono rincorse in giornata in merito ad una veloce riapertura delle aziende e delle scuole, a Skytg24 è intervenuta Luciana Lamorgese, Ministro dell'Interno, spiegando che "Se vediamo gli ultimi dati, viene da pensare che la data del 3 aprile sia troppo ravvicinata per dire che verrà riaperto tutto. La situazione è seguita a vista e le decisioni verranno prese man mano che la situazione sarà tranquilla sia per numero di decessi che per numero di nuovi contagi".

Qui i dati delle Protezione Civile aggiornati giorno per giorno in Italia, per Regione e Provincia.

Matteo Pagano