Papa: "Ho voglia di continuare a fare gol" - I AM CALCIO VERCELLI

Papa: "Ho voglia di continuare a fare gol"

Omar Papa
Omar Papa
VercelliPrima Categoria Girone A

Domenica senza campionati ma con un bomber della zona che ha segnato oltre duecento reti nei campionati dilettantistici, Omar Papa. Omar ci parla della sua carriera tra passato, presente e futuro.

Per prima cosa volevo le tue impressioni sulla situazione generale per chi soprattutto come te ha un’attività penalizzata dal Covid

A livello economico mi sembra disastrosa, tanta gente sta facendo fatica, sta aspettando la cassa integrazione per vivere, io fortunatamente tra virgolette ho un’attività di pizzeria d’asporto (Geo Pizza a Grignasco, ndr), noi per scelta nostra abbiamo chiuso sette settimane per i nostri clienti e per le nostre famiglie, da quando abbiamo riaperto il lavoro non è come prima anche perché la concorrenza sull’asporto è aumentata, cerchiamo di resistere”.

Peccato sia finita così questa stagione, penso che avresti potuto fare una buona seconda parte della stagione con la Serravallese dopo una prima parte di anno con risultati non positivi con la Pro Roasio.

A Roasio il rapporto partite giocate gol fatti era positivo, il problema è che alla seconda giornata mi sono procurato uno strappo di quattro centimetri e sono iniziati i problemi, dopo quattro punti in due partite qualcosa è iniziato a girare storto, ho cercato di forzare il mio rientro, il mister si è fatto da parte ho subito questa cosa e ho preferito andare via anche perché ero andato a Roasio soprattutto per Nicolò Cibrandi. A Serravalle trovavo Lorenzo Cometti e ho accettato subito; questa è una formazione che poteva ambire ai play-off con una seconda parte di stagione fatta bene, compagine quadrata e completa in tutti i ruoli”.

Quale pensi sia stata la tua migliore stagione?

Quella alla Dufour Varallo quando abbiamo vinto il campionato, non posso dimenticare le stagioni a Briga dove ho segnato tantissimo soprattutto quando sono andato lì con 2 punti in 13 partite con il presidente Ottone che mi aveva dato del pazzo ad essere tornato al Briga, una salvezza clamorosa e bellissima”.

Quali invece i gol che hai nel cuore?

Tantissimi, le punizioni con il Domo, i gol i giorni successivi al fatto che mio padre era stato male, i gol con la Dufour contro il Baveno nella finale per la vittoria del campionato, non saprei sceglierne uno solo”.

Dovessi scegliere un partner d’attacco per la partita della vita, chi sceglieresti?

Ridurre questa risposta ad una persona sola è difficile, con Nicolò Barbera mi sono trovato benissimo ma altrettanto con Lissoni e Briola, sono tre giocatori importanti, non posso neanche dimenticarmi di Melelli con cui ho vinto il campionato alla Dufour”.

Qual è il giocatore più forte con il quale hai giocato?

Con più qualità ed estro Chicco Rossi quando ho giocato a Biella. L’esordio in serie D l’ho fatto con Cretaz ma Rossi a livello di tecnica, qualità ed altro ha qualcosa in più degli altri”.

Giovani attaccanti che avranno un futuro radioso?

Giocatori come Poi, Barbera e altri come loro ce ne saranno sempre meno, per prima cosa perché hanno poca voglia di sacrificarsi poi i settori giovanili hanno perso di qualità con sempre meno allenatori con esperienza che ti insegnano poco la tecnica, non riesco sinceramente a farti un nome”.

Ultime due domande, hai qualche rammarico riguardo la tua carriera, magari viste le tue doti tecniche potevi fare qualcosa in più?

Il più grande è quello di non aver accettato la primavera del Cittadella per finire gli studi; la delusione più importante è quello con il Biella villaggio Lamarmora aver perso il campionato all’ultima giornata a Gozzano, il pareggio ci è costato carissimo”.

Come vedi il tuo futuro, quale sono le tue ambizioni o un tuo obbiettivo particolare che vorresti raggiungere

Qualche soddisfazione me la sono tolta, ho fatto più di duecento gol che non sono pochi considerando che le ultime stagioni non le ho mai fatte intere, mi piacerebbe continuare a far gol. Gli anni di Briga sono stati tra i più belli, tornare lì non mi dispiacerebbe, ho tanti amici e tanti bei ricordi”.

Marco Dho

Prima Categoria Girone A

ClassificaRisultatiStatistiche