Pasta di capitano, Castelletto: "Un'altra stagione positiva a Borgo" - I AM CALCIO VERCELLI

Pasta di capitano, Castelletto: "Un'altra stagione positiva a Borgo"

Eros Castelletto
Eros Castelletto
VercelliSerie D Girone A

Primo appuntamento per I Am Calcio Vercelli con la rubrica lanciata da Novara pasta di capitano e non potevamo iniziare meglio con il capitano del Borgosesia Eros Castelletto.

Eros nonostante la giovane età è già un leader dello spogliatoio valsesiano e la fascia che gli ha dato Didu ad inizio stagione è stato una mossa oculata e azzeccata.

La stagione stava andando verso la chiusura in maniera positiva sia per il Borgosesia che a livello personale, la salvezza era quasi cosa fatta e potevate togliervi qualche soddisfazione.

E’ stato un peccato, noi capiamo il momento e il problema mondiale ma tutti siamo rammaricati perché avevamo fatto bene ed eravamo in crescendo sia come squadra che a livello personale, avevamo trovato la giusta quadra e potevamo puntare a qualcosa in più di una semplice salvezza, forse non i play-off ma qualcosa di buono potevamo fare”.

E’ difficile capire al momento cosa ci aspetterà e forse per un giocatore di serie D di buon livello come sei tu la situazione è complicata

Per me come per tanti altri giocatori che vivono di questo la situazione non ci aiuta, molte squadre faranno fatica ad iscriversi oppure lo faranno con budget minore rispetto ad altri anni. Io sto cercando di non pensare al futuro ma di tenermi in forma e migliorarmi mentalmente per poi quando sarà il momento farsi trovare pronti. Borgosesia è una società sana, mi sono trovato benissimo, non nascondo che per tutti potrebbero esserci dei problemi e anche la formazione valsesiana potrebbe dover fare qualche taglio nella prossima stagione”.

Hai il desiderio di provare a giocare in C il prossimo anno oppure pensi più a una D d’alta classifica oppure ci sono buone possibilità che rimarrai a Borgosesia?

Siamo in alto mare, è impossibile dirti qualcosa di concreto, non è ancora ufficiale che siano finiti i campionati e tantissime società non hanno programmato la prossima stagione. Il mio obbiettivo è sempre quello di salire di categoria, è chiaro che mi piacerebbe misurarmi con un campionato professionistico e vedere come va”.

Tu sei un centrocampista centrale, in che schema ti senti più a tuo agio?

Il mio ruolo preferito è la mezzala sinistra ma ad oggi il ruolo dove mi esprimo meglio è nei due a centrocampo del 4-4-2 perché sono più libero di svariare e posso anche offendere oltre a difendere”.

Cosa hai migliorato negli anni a Borgosesia e dove vorresti fare un ulteriore passo avanti.

Sono migliorato molto a livello caratteriale, di personalità e di responsabilità cosa che prima non avevo mai avuto, nella fase di interdizione ho continuato a fare progressi ma per fare quel salto in più devo essere più concreto in fase offensiva, qualche gol in più non farebbe male”.

Chi dei tuoi compagni è pronto a fare il salto di categoria?

Sicuramente Ravasi vedendolo sia in allenamento che in partita è pronto per i professionisti, oltre che essere un giocatore bravissimo è un ragazzo d’oro”.

Borgosesia è da sempre focalizzata sui giovani, chi dei “millenials” secondo te si metterà in luce nella prossima stagione?

Dei giovani di quest’anno posso parlare benissimo, tutti ragazzi che possono fare la categoria. Ti segnalo Renolfi  e per quanto riguarda la juniores Francesco Pettinaroli, è veramente un giovane di prospettiva”.

Marco Dho

Leggi altre notizie:BORGOSESIA Serie D Girone A