Sangalli: "Non vedo l'ora di ripartire, il Bettole è ambizioso" - I AM CALCIO VERCELLI

Sangalli: "Non vedo l'ora di ripartire, il Bettole è ambizioso"

Federico Sangalli
Federico Sangalli
VercelliSeconda Categoria Girone B

Doveva essere un 2020 da ricordare per Federico Sangalli, il record di punti con il Bettole in seconda categoria sembrava alla portata dopo un inizio tra luci e ombre e Federico si sarebbe dovuto sposare a inizio luglio, non è andata proprio così e abbiamo fatto una chiacchierata con il capitano della formazione valsesiana.

Federico sei stato colpito sotto un certo punto di vista anche tu dal Covid, raccontaci i tuoi pensieri in questo periodo difficile.

Il Covid è stato un disastro per tutti, il matrimonio è saltato all’anno prossimo e ovviamente ci è spiaciuto ma dobbiamo essere consapevoli del fatto che ci sono persone che hanno sofferto molto più di noi che hanno perso i propri cari senza nemmeno poter fare il funerale, chi ha perso il lavoro, è stata una situazione surreale a cui nessuno era preparato e che ha portato un sacco di problemi. Noi ci riteniamo fortunati perché stiamo bene, siamo molto esposti facendo i farmacisti ma dobbiamo vedere il lato positivo e guardare avanti anche se non è stato facile per nessuno”.

Parliamo di calcio, un’interruzione per il Bettole a due facce, voi eravate abbastanza tranquilli come classifica ma con l’arrivo di Giacobino potevate testarvi a un livello più alto.

C’è tanto rammarico, arrivavamo da sei risultati utili consecutivi, avevamo battuto la Quaronese, pareggiato in casa dell’Olimpia dove potevamo anche vincere, potevamo essere la mina vagante del girone di ritorno, è stato brutto essere interrotti nel nostro momento migliore”.

Avevi detto che poteva essere la tua ultima stagione, non penso che però vorrai chiudere così…

All’inizio della scorsa stagione pensavo che potesse essere l’ultima, con l’arrivo di Giacobino le cose sono cambiate, mi sento bene fisicamente nonostante i 35 anni, sicuramente ripartirò con tanto entusiasmo e tanta energia da settembre, mi piacerebbe chiudere dopo aver portato a termine un percorso come quello iniziato con il nuovo mister. A fine 2021 vedremo ma al momento mi sento giovanissimo!!!”

Anche perché se la rosa venisse confermata è difficile pensare a un Bettole in corsa solo per una semplice salvezza come testimoniano le ultime partite del 2020, Giacobino in seconda è un top player e ci sono tutti gli ingredienti per fare bene.

Mister Giacobino è il nostro fiore all’occhiello, il nostro fuoriclasse; in poco tempo ha cambiato faccia al Bettole, ci ha dato convinzione e consapevolezza nei nostri mezzi, si fa seguire da tutto il gruppo e non è certo facile. Il nostro obbiettivo sarà quello di non porci obbiettivi, dobbiamo cercare di fare sempre punti, abbiamo una rosa importante che secondo me verrà confermata, se prendessimo un paio di giocatori per fare il salto di qualità sarebbe ancora più interessante”.

La Pro Ghemme era la squadra più forte all’interno del vostro girone? Vorrei sapere anche un giudizio sui vostri vicini di casa Quaronese.

Due anni fa quando avevano perso lo spareggio secondo me meritavano di salire, erano stati un po’ sfortunati nelle battute finali di stagione, quest’anno hanno avuto diversi problemi, ho visto una squadra meno coesa come se ci fosse qualcosa che non funzionasse anche perché la rosa era sempre importante, magari un po’ meno fame. Secondo me la squadra più forte era l’Olimpia Sant’Agabio, come compattezza la Pro Ghemme, quadrati e se la giocavano con tutti, un gradito sotto il Carpignano”.

Una cosa che non ti ho mai chiesto, che tipo di giocatore sei e quali sono i tuoi modelli.

Mi è sempre piaciuto fin da piccolo Demetrio Albertini, un centrocampista completo; io riesco a dare equilibrio alla squadra, corro tanto e recupero tanti palloni, mi piace inserirmi per provare a fare qualche gol”.

Marco Dho

Seconda Categoria Girone B

ClassificaRisultatiStatistiche