San Nazzaro Sesia, le novità all'ordine del giorno - I AM CALCIO VERCELLI

San Nazzaro Sesia, le novità all'ordine del giorno

Moreno Vidali, promosso in panchina
Moreno Vidali, promosso in panchina
NovaraPrima Categoria Girone A

Con la fine anticipata del suo primo campionato in Prima categoria si chiude un'epoca per il San Nazzaro Sesia, quella legata al nome di Davide Fallarini che ha accompagnato dalla panchina le ultime stagioni della formazione della Badia. Un percorso positivo, a tratti entusiasmante, quello del tecnico uscente sulla panchina dei novaresi, che la società avrebbe voluto proseguire anche nel futuro, come ci tiene a sottolineare il direttore sportivo Ilario Rivetti"Fino a pochissimi giorni fa eravamo tutti sicuri in società che saremmo andati avanti con Fallarini anche nella prossima stagione, con lui avevamo iniziato un percorso di crescita che non ritenevamo ancora concluso anche perché questa stagione sappiamo tutti com'è andata a finire dopo che la squadra aveva cominciato il campionato come meglio non avrebbe potuto. Il bilancio in queste stagioni è sempre stato positivo per cui non avrebbe avuto alcun senso andare alla ricerca di un nuovo tecnico dal momento che il rapporto con Fallarini era ottimo; senonché il mister ha preso tempo per darci una risposta, probabilmente ritenendo che dopo quattro stagioni insieme fosse arrivato il momento di cambiare, posizione assolutamente plausibile soprattutto dopo un lockdown che ha rimescolato le carte sotto tutti gli aspetti. Il San Nazzaro Sesia però non poteva permettersi di rimandare ancora la progettazione della nuova stagione in attesa della decisione di Fallarini per cui si è deciso di cambiare per non rischiare di perdere quei giocatori che, non sentendo la società, si sarebbe potuti accordare con altri in vista della prossima annata".

Una decisione che non è stata facile da prendere in seno ad una società che ha fatto sempre del consolidamento la propria forza: "Non nego - continua Rivetti - che ho dovuto compiere questo passo con grande dispiacere perché con Fallarini mi sono sempre trovato bene nel lavoro settimanale, perdiamo un allenatore che considero una persona seria e stimabile; sono contento che non ci sia stata una chiusura burrascosa, che di comune accordo abbiamo deciso di prendere strade diverse anche se mi spiace che sia mancato quell'entusiasmo di ripartire insieme dopo l'ottima stagione che abbiamo vissuto quest'anno affacciandoci a quella che per noi era una nuova realtà".

A San Nazzaro tuttavia non si è perso tempo, muovendosi subito su un'altra figura tecnica e promuovendo alla guida della squadra Moreno Vidali, intravisto in avvio di stagione quest'anno sulla panchina della Sanmartinese. Una scelta non scontata perché Vidali viene da alcuni passaggi a vuoto che avrebbe potuto minare il suo nascente percorso in panchina: "Abbiamo guardato prima all'uomo che all'allenatore - confessa Rivetti - perché le ultime esperienze di Vidali da allenatore non sono state positive, anche guardando alle stagioni con Serravallese, Juvenzo e giovanili della Sparta; diciamo che dal punto di vista calcistico non è stato molto fortunato ma credo che anche per lui quella di San Nazzaro rappresenti una bella possibilità di svoltare. Credo che molto dipenda sempre da quello che viene messo a disposizione di un allenatore, lo stesso Fallarini ha cominciato con noi venendo dal settore giovanile della Sparta Novara in cui allenava gli Allievi, senza esperienze di prima squadra, quindi poteva essere considerata una scommessa che a San Nazzaro riteniamo vinta. Vidali lo conosco da tanti anni, abbiamo un'età simile e so per certo che è una persona di spessore, che sa comunicare, per cui non ho avuto dubbi a chiamarlo sulla nostra panchina. All'interno del nostro contesto può far bene perché a livello calcistico ha le idee chiare e l'ha dimostrato nelle prime chiacchierate fatte insieme, starai a noi metterlo nelle giuste condizioni: qui troverà un ambiente consolidato, la giusta serenità per lavorare e un gruppo di giocatori che si conosce bene perché sul mercato non abbiamo bisogno di fare grandi manovre".

In realtà quella di non compiere grandi manovre è una dichiarazione già disattesa da una società che non ha perso tempo ad annunciare l'arrivo di Nicholas Marchese direttamente dalla Dufour Varallo, con la quale ha appena conquistato il salto in Eccellenza. Un ritorno, visto che Marchese proprio da San Nazzaro Sesia aveva spiccato il volo ottenendo importanti successi nelle ultime stagioni: "Diciamo che l'arrivo di Marchese è stata un'occasione che non abbiamo perso tempo a cogliere, visto lo spessore del giocatore. Davanti quest'anno non abbiamo fatto tantissimi gol per cui avevamo bisogno di dare nuova linfa ad un reparto che può essere decisivo in un campionato equilibrato com'è la Prima categoria. Tra l'altro Nicholas conosce bene l'ambiente avendo fatto con noi già tre stagioni, dal 2010 al 2013, prima di andare alle Scuole Cristiane dove ha vinto il campionato di Prima categoria per cui non abbiamo dubbi su un giocatore di sicuro livello per la categoria. Altri movimenti? Nei primi giorni della prossima settimana parleremo con la squadra assieme al tecnico per capire dove sarà necessario intervenire ancora e per definire quelle che saranno le conferme dei giocatori di questa stagione, che saranno la quasi totalità; probabilmente punteremo ad arrivare ad un centrale difensivo che possa dare esperienza al nostro pacchetto arretrato e ad un giovane, possibilmente di prospettiva, da inserire in mezzo al campo. Insomma non fare grossi stravolgimenti anche se, se ci sarà l'occasione di prendere qualcuno davvero bravo, preferiamo sempre con giochi con noi piuttosto che contro".

Dopo il buon esordio di quest'anno in Prima categoria la dirigenza vorrebbe provare ad alzare l'asticella delle aspettative puntando ad un piazzamento importante: "La verità è che quest'anno abbiamo capito che in questa categoria ci possiamo stare - argomenta il ds - per cui mi piacerebbe provare a concorrere per un posto importante e giocare per la prima volta nella storia in casa nostra un playoff di Prima categoria. Credo che possa essere un nostro obiettivo, visto il livello generale di quest'anno, puntare a stare nel gruppo delle prime cinque ben sapendo che arrivare sesti o settimi non sarebbe un fallimento. I presupposti per fare bene ci sono tutti, soprattutto se riusciremo a confermare tutti i nostri big com'è nelle nostre intenzioni".

IamCALCIO NOVARA per voi: due strumenti per sapere tutto su tutto il calcio novarese!       

- IL GRUPPO SU WHATSAPP. Il Canale dedicato alle squadre di Novara e provincia.  Entra tramite link di invito (clicca qui)  

- L'APP per Android. Ecco l'app di IamCALCIO dedicata a Novara e provincia: notizie, risultati in diretta, classifiche, foto sempre con te sul cellulare.

Carmine Calabrese

Prima Categoria Girone A

ClassificaRisultatiStatistiche