Rega: "Accettiamo la salvezza ma volevamo conquistarla sul campo" - I AM CALCIO VERCELLI

Rega: "Accettiamo la salvezza ma volevamo conquistarla sul campo"

Il capitano Christian Rega
Il capitano Christian Rega
VercelliPromozione Girone A

Una stagione non semplice per il Bianzè che al momento dello stop era terzultimo nel girone A di Promozione con soli 18 punti conquistati in 21 partite, il blocco delle retrocessioni ha permesso alla formazione di Christian Rega di mantenere la categoria ed è proprio con il capitano che parliamo della stagione dei vercellesi e di molto altro.

Per prima cosa un commento sulle decisioni del fine settimana sicuramente buone per il Bianzè, ufficiale un’altra salvezza che non sarebbe stata facile da raggiungere in un girone così equilibrato.

Riguardo al blocco delle retrocessioni sinceramente mi sarebbe piaciuto salvarmi sul campo anche perché il finale di stagione sarebbe stato molto interessante per noi in quanto sarebbero stati quasi tutti scontri diretti, trovo ingiusto dare dei verdetti a campionato non concluso perché ha penalizzato qualcuno, si è deciso così e accettiamo di buon grado questa salvezza”.

Il Bianzè è oramai una realtà del girone A di Promozione, in pochi ci avrebbero scommesso quando siete arrivati in questa categoria, vi sentite un po’ sottovalutati?

Abbiamo ottenuto la terza salvezza di fila in Promozione e per una piccola realtà come la nostra che è composta da gente del paese che lo fa con grande passione, è un traguardo importante, salvarci ogni anno è il nostro obbiettivo stagionale. Il nostro gruppo anno dopo anno viene modificato ma la base è quella della vittoria del campionato di prima, tante a inizio anno ci danno per spacciate ma sono convinto che a parlare sono i fatti e il Bianzè è il terzo anno che si salva”.

Il campionato è andato alla Dufour di mister Cesano un tecnico che voi conoscete bene, un successo meritato o forse Omegna e/o Vigliano avevano qualcosa in più?

“Sulla carta ad inizio anno si fanno tante previsioni ma il dato di fatto è che alla pausa la Dufour era meritatamente prima in classifica anche perché è praticamente sempre stata in vetta, un grande gruppo con un pizzico di fortuna assolutamente meritata”.

Parliamo un po’ di te, un bilancio della tua stagione.

Sono stato bene a livello fisico, è stato forse l’anno dove ho giocato di più dato che gli anni precedenti sono stato tormentato dagli infortuni, non riuscivo ad avere una continuità sufficiente”.

Come giocatore a chi ti ispiri?

Non uno in particolare, mi piace rubare qualcosa dai giocatori più esperti con i quali ho giocato per metterlo nel mio bagaglio calcistico”.

Cosa vedi nel tuo futuro?

“Sono abituato ad affrontare un anno alla volta, ogni stagione ha una storia a sé, sono già carico per affrontare il prossimo anno e vedere come sarà questo calcio post covid dato che ci sono ancora molte incertezze su quando e come inizierà la stagione. Fin quando c’è la passione andrò avanti con serenità e ambizione di fare bene”.

Marco Dho

Leggi altre notizie:BIANZé Promozione Girone A