Chieri in dieci per oltre un'ora, al Gozzano basta l'1-0 - I AM CALCIO VERCELLI

Chieri in dieci per oltre un'ora, al Gozzano basta l'1-0

Carta tra i più positivi per il Gozzano
Carta tra i più positivi per il Gozzano
NovaraSerie D Girone A

Il Gozzano festeggia l'imminente Pasqua riconquistando la vetta della classifica al termine di una gara sbloccata da pochi minuti e giocata per oltre un'ora in superiorità numerica contro un Chieri generoso ma poco incisivo in fase offensiva per fare paura a quella che, nonostante il rovescio di Castellanza nell'ultimo turno, resta una delle migliori difese del campionato. La vittoria permette ai cusiani di Soda di approfittare dei passi falsi esterni di Castellenzese e Bra, con l'avversaria più prossima che ora torna ad essere la valdostana PDHAE.

Rosso ingenuo, Chieri in dieci Moduli speculari per le due formazioni che si affrontano schierando la difesa a tre per infoltire un centrocampo dove il traffico la fa da padrone nella prima battute di una gara che conta molto per tutti, sia per i novaresi che non possono permettersi ulteriori passi falsi nella corsa alla prima posizione che per i torinesi che devono restare lontani dalla zona pericolosa. C'è grande voglia di fare bene nei padroni di casa che al 7' confezionano l'azione perfetta che porta al vantaggio: il teso rasoterra di Carta dalla destra viene impattato al volo da Allegretti che insacca sotto la traversa di Finamore! Per il Gozzano la gara, che avrebbe potuto essere spigolosa, è già in discesa. Memori di qualche passaggio a vuoto nel recente passato i cusiani continuano a premere e al 13' ancora Carta, su calcio da fermo, agita l'esterno della rete dando alla tribuna l'illusione del gol. La partita diventa un Everest per gli ospiti al 16', quando Castelletto colpisce Allegretti a palla lontana guadagnandosi il termine anticipato del match e obbligando il Chieri ad oltre un'ora di inferiorità numerica. Didu sceglie di giocarsela con coraggio, restando quasi uomo contro uomo in difesa, ma si espone inevitabilmente alle folata dei padroni di casa che al 26' siglano il raddoppio con il tap-in di Mastaj, che raccoglie una corta respinta di Finamore ad ammortizzare il diagonale di Allegretti ma il giovane attaccante si trova davanti a tutti e il direttore di gara annulla su suggerimento del giudice di linea. Molti dubbi al 37' quando Allegretti, agganciato appena entrato in area, cade a terra e l'arbitro lascia correre poi ancora Mastaj cerca gloria dalla distanza con un diagonale che non inquadra lo specchio (38'). Se ha una colpa il Gozzano è quella di non aver chiuso una gara in cui ha avuto molti spazi per fare male, lasciando al Chieri la possibilità di risistemare la squadra nell'intervallo per coltivare la speranza di giocarsela nella ripresa.

Il poco che basta Non cambiano gli schieramenti in avvio di seconda frazione anche se l'atteggiamento del Chieri è quello di chi voglia almeno provare a giocarsi le proprie carte. Il primo pericolo lo porta però il Gozzano con Mastaj che, fallito lo scambio con Allegretti, si produce in un'azione di sfondamento che gli consente di arrivare al tiro, neutralizzato con i piedi da Finamore (2'). Bello lo stop a seguire con cui Allegretti si appronta al 7' la battuta in porta che esce larga anche per il disturbo alla disperata di Conrotto che disturba la conclusione dell'ex Foggia, rispondono gli ospiti con la sassata di Ravasi che si gira bene in area su Pavan ma spara oltre la traversa (11'). Con il passare dei minuti la spinta dei torinesi, provati a livello fisico, si affievolisce e, complice l'atteggiamento poco incisivo del Gozzano che tende ad accontentarsi del minimo vantaggio, la gara perde di attrattiva e contenuti. Didu prova a ravvivarla inserendo Ferrandino prima e poi Pedrabissi ma vengono sempre da Ravasi gli unici squilli ospiti con la punta che dal limite obbliga Vagge a distendersi per la prima volta (29'). Si gioca però poco nel finale e, al di là di un paio di mischie nell'area cusiana, di occasioni e tiri in porta non se ne vedono nonostante il rosso in pieno recupero per Kayode che equilibra il numero delle forze in campo, consentendo al Gozzano di raggiungere un successo che gli riconsegna la vetta solitaria.

GOZZANO-CHIERI 1-0

Rete: 7' Allegretti.

Gozzano (3-5-2): Vagge; Bane (16'st Bianconi), Carboni, Pavan; Di Giovanni (36'st Siano), Carta, Cella, Piraccini, Kayode; Mastaj (24'st Gemelli), Allegretti. A disposizione: Cincilla, Vono, Rampin, Confalonieri, Olivato, Sangiorgio. All. Soda (squalificato, in panchina Caramelli).

Chieri (3-5-2): Finamore; Conrotto, Dalmasso (38'st Della Valle), Pautassi; Spera, Mosole (25'st Rossi), Sangiorgi (33'st Pedrabissi), Castelletto, Ozara (13'st Pezziardi); Valenti (25'st Ferrandino), Ravasi. A disposizione: Marenco, Benassi, Zaffiro, Barcellona. All. Didu.

Arbitro: Giampietro di Pescara.

Note: Espulsi al 16' Castelletto (C) per comportamento non regolamentare, al 49'st Kayode (G) per doppia ammonizione. Ammoniti Carboni, Mastaj, Carta e Di Giovanni per il Gozzano, Valenti, Conrotto, Ozara e il tecnico Didu per il Chieri.

Carmine Calabrese

Leggi altre notizie:GOZZANO CHIERI Serie D Girone A