Cesano: "Ripartiamo dai primi settanta minuti contro il Bulè" - I AM CALCIO VERCELLI

Cesano: "Ripartiamo dai primi settanta minuti contro il Bulè"

Stefano Cesano
Stefano Cesano
VercelliPromozione Girone A

La Dufour Varallo cede tre a zero contro il Bulè Bellinzago nella seconda giornata del girone A di Promozione, una sconfitta preventivabile che viene analizzata dal tecnico valsesiano Stefano Cesano: "Abbiamo giocato contro la squadra più forte del girone assieme a Trino e Pro Novara, formazione che arriverà tra le prime due-tre, abbiamo fatto settanta minuti discretamente bene, siamo stati bravi a concedere poco, siamo riusciti a stare in campo ordinati e compatti, siamo mancati nella determinazione e cattiveria di provare a fare gol, ci siamo accontentati dello zero a zero e nel preparare la partita ci eravamo detti altro.

Qualcosa avremmo potuto creare, non siamo bravi e soprattutto determinati ad andare a prenderci, negli ultimi venti metri abbiamo giocato senza la convinzione di poter andare a fare gol. Non possiamo prendere un gol come il primo, concedere tutto quello spazio a Sabin non esiste, fino a quel momento avevamo davvero concesso poco, abbiamo sbagliato l'occasione dell'uno a uno e l'abbiamo sbagliata, da lì in avanti è stata un'altra partita, nel recupero abbiamo preso il secondo e terzo gol, abbiamo mollato sia psicologicamente che fisicamente, avevamo dei giocatori che non stavano benissimo, avevamo poche possibilità di cambiare la partita in corso al contrario di loro.

Dobbiamo ripartire dai primi settanta minuti mettendoci un altro spirito e un'altra determinazione in alcune cose, se non hai coraggio e non vuoi provare a fare l'impresa sarà dura con chiunque, dobbiamo lavorare e migliorare tantissime cose ma non può venir meno il coraggio e la determinazione di provare a vincere le partite anche contro squadre come il Bulè ingiocabili. Abbiamo creduto poco di potergli fare male, abbiamo perso troppi duelli individuali per provare a vincere la partita.

C'è tanto lavoro da fare, abbiamo un percorso diverso rispetto alle top della categoria, dobbiamo prendere spunto dalle cose positive e negative per migliorare".

Marco Dho